Migranti: sbarchi in calo del 60%

Migranti: sbarchi in calo del 60%

Il numero di sbarchi di migranti è calato del 60%, rispetto ai dati dello stesso periodo dell’anno scorso. Tommaso Foti: “I numeri mettono a tacere i detrattori“. La Polizia arresta due sospetti scafisti.

Tra il primo gennaio e il 28 giugno del 2024 sono sbarcati sulle coste italiane 25.345 migranti. Nello stesso periodo dello scorso anno erano stati 62.364, mentre nel 2022 erano 27.346. Rispetto all’anno scorso c’è quindi un calo del 60%, secondo i dati riportati sul cruscotto statistico del Ministero dell’Interno.

Per quanto riguarda le nazionalità dei richiedenti asilo in cima c’è il Bangladesh con 5.382 persone, poi Siria (3.692), Tunisia (3.219), Guinea (2.001) ed Egitto (1.591). I minori non accompagnati sono stati 3.382, rispetto ai 18.820 del 2023 e ai 14.044 del 2022.

Tommaso Foti

Soddisfatto il Governo. Tommaso Foti, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, ha commentato: “Le politiche del governo Meloni sui flussi migratori cominciano a fornire importanti risposte concrete con la diminuzione del 60% degli sbarchi nei primi sei mesi di quest’anno, rispetto allo stesso periodo del 2023. I soliti detrattori che si crogiolavano sui fantomatici aumenti degli sbarchi, vengono ancora una volta messi a tacere con la realtà dei numeri. I dati forniti dal Viminale dicono anche che il dato circa gli sbarchi è più basso rispetto allo stesso periodo di riferimento dell’anno 2022. Credibilità a livello internazionale e capacità di offrire una visione ad ampio raggio sui flussi migratori col coinvolgimento delle nazioni africani che punti sul loro sviluppo: le nuove linee lanciate con Fratelli d’Italia al governo si dimostrano concrete ed efficaci“.

Nel frattempo la Polizia ha arrestato due presunti scafisti egiziani il 17 giugno scorso avevano pilotato un natante in pessime condizioni dalla Libia verso l’Italia, provocando la morte di dieci migranti per asfissia durante la traversata. A emettere il fermo è stata la procura di Agrigento la procura dei minorenni di Palermo.

Secondo gli inquirenti i due “avrebbero compiuto atti diretti a procurare illegalmente l’ingresso nel territorio nazionale di 54 migranti, prevalentemente di nazionalità pakistana e del Bangladesh, il tutto per trarne profitto anche indiretto, conducendo, governando e tracciando la rotta alla guida di un’imbarcazione inadatta a effettuare tale traversata e in pessime condizioni di sicurezza tali da esporre le persone a pericolo per la loro vita o per la loro incolumità, cagionando la morte per asfissia, di dieci persone di nazionalità bengalese che si trovavano all’interno della stiva del natante, nonché lesioni ad altri migranti”.

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)