Sit-in a Roma per le vittime del vaccino Covid-19

Sit-in a Roma per le vittime del vaccino Covid-19

Martedì 29 novembre si è svolta in piazza Santi Apostoli a Roma un presidio dedicato alle vittime del vaccino anti Covid-19. Una lunga fila di fotografie di persone decedute in seguito alla somministrazione del vaccino, e la presenza dal vivo di due lavoratori rimasti sulla sedia a rotelle.

Il Sit-in, che si è svolto in un’atmosfera ordinata e distesa, è stato organizzato da Riuniti per la Rinascita, un’associazione che, pur astenendosi da pareri medici, si occupa di fornire assistenza medico-legale e sostegno psicologico alle persone che hanno riportato danni collaterali in seguito alla somministrazione dei vaccini o da errate terapie contro il Covid-19.

Tra gazebo di informazione, dimostranti e partecipanti, una lunga fila di fotografie di vittime (In molti casi la correlazione tra causa ed effetto è ancora in esame): da Davide Villa, il sovrintendente della squadra mobile deceduto il 6 marzo 2021 all’età di 50 anni, due settimane dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino, a Daniele Roncolato, scomparso all’età di 38 anni il 17 gennaio di quest’anno poco dopo aver ricevuto la terza dose (Il cosiddetto Booster), poi Claudio Brighenti, la giovanissima Sofia Benharira, deceduta per infarto a 16 anni a settembre dello scorso anno, fino a Sergio Satriano, 35 anni, Roberto Callegari, 54 anni, e molti altri. Presenti anche Andrea e Giuseppe, costretti su una sedia a rotelle in seguito agli effetti seguiti alla somministrazione del vaccino, che hanno rilasciato varie testimonianze e dichiarazioni.

Categorie
Condividi

Commenti

WordPress (0)